L'età che avanza - Il colpo di sonno

Ieri sera sono entrato in autostrada alle 22.30 circa dal casello di Sestri Levante. Destinazione : La Superba "
Dico la verità, ero stanco per la lunga e divertente giornata trascorsa e ho detto alla Dolcemetà .:

 " L'età avanza, ho saltato anche l'abituale riposino pomeridiano, abbiamo esagerato con il cibo, non vorrei che mi venisse un colpo sonno, con tutto quello che si sente in giro. " E propongo : "" Chiacchieriamo. Anche se lo facciamo d'abitudine. Ma parliamo di argomenti piacevoli, quindi niente
Condomini - Politica - Salute- Sport - Reality Show -Parenti e Amici morti-  - che altrimenti m'incazzo e  schiaccio sull'acceleratore e andiamo a finire direttamente nel Tigullio a 150 all'ora."
 " No saieva  megio sentî 'n' Cidì ? " ha replicato " quande ti te metti a baccaiâ  in màcchina, ti te sciäti,  t'abbarlocci e ti destacchi spesso e moen da-o volante e in autostradda non me pâ o caxo--........ghe ne vorrieivan  quattro de moen... "
" E che musica metto ? = ho domandato   " Per tenermi sveglio ci vorrebbero gli urli di Mick Jagger e le schitarrate degli Iron Maiden e Gun's'roses ma a te fanno venire il mal di testa . I tuoi preferiti :  Aznavour- Zarrillo - Antonacci - Bocelli -sono troppo rilassanti e ho paura che mi  inducano alla catalessi., quindi per par condicio non resta che affidarci al " Meglio dei Trilli"                                                                                                            .

                                                                                                      Vada  per Pippo e Pucci

 Cantando a squarciagola " T'ae ciù musse che mandilli " e " Scibben che son piccinn-a ghe l'ho com-me mae moae "siamo arrivati in allegria fin nei pressi di Rapallo e lì ci siamo imbattuti in un lungo serpentone di auto accodate ad un carico eccezionale che occupava tutta la carreggiata e che procedeva verso Genova sul filo variabile dai cinquanta ai  settanta all'ora scortato da altri due mastodonti e polizia varia con gran dispiego di luminarie.  Era impossibile sorpassarli.
Ho percorso il tratto Rapallo - Genova ovest  con gli occhi che passavano dai culi delle auto che mi precedevano con i loro stop che ogni tanto si
accendevano procurando vistosi rallentamenti , allo specchietto retrovisore che mi mostrava fari  scalpitanti che s'allungavano sempre più su due corsie. Ogni colpo di freno il timore che qualche imbecille ci rovinasse addosso. E da Rapallo fino allo svincolo per Milano non s'è più cantato,
solo qualche moccolo e una grande tensione. Il tanto temuto colpo di sonno l'hanno sicuramente avuto gli addetti ai pannelli luminosi e quelli di Isoradio : I primi esortavano a fermarsi nelle aree di sosta in caso di abbiocco, i secondi segnalavano una macchina in panne....ma in Puglia, per il resto della rete autostradale traffico regolare...........' sti cazzi ! !!!

 

                                                                                                           Sergio Marini 20.1.2008



Torna a Home                                                vai a Vivere Zeneize                                       Per la traduzione dei dialoghi da Genovese in Italiano