FORTUNA NELLA SFORTUNA

 

Il muso della mia plastilatta è rivolto a Sud, le sue gomme stanno rotolando sulla A12 dopo aver frusciato sulla A7. Sarà un giornata di sole, annunciata da un'alba spietata che mi ha trafitto gli occhi per lunghi tratti.
 Son partito mentre rincasavano i ladri e arriverò a destinazione in terra di Toscana, se il diavolo non ci mettetterà la coda,fra un'ora e mezza. Il volante asseconda la mia voglia di caffè e pipì e la docile auto
s'immobilizza e si spegne all'Autogrill di Brugnato.

Dieci minuti più tardi............................

Chi ha provato a rianimare la propria auto invano ,capirà ORA la mia angoscia, lo smarrimento, lo sconforto, il senso di impotenza, il mondo che improvvisamente si fa beffe di te: La mia plastilatta è li, tra altre auto
che vanno, vengono,si spengo e si riaccendono, immobile come la Bella Addormentata, con il cuore ancora caldo, ma non reagisce al bacio del suo principe.
Trascorsi i primi minuti di panico in infruttuosi e alienanti tentativi di salvarla da quella morte apparente,scopro che la garanzia scade fra tre giorni e allora mi aggrappo al telefonino e lancio l'S.O.S al Call Center della Fiat
" Salvate la mia auto !    "
Un breve conciliabolo per fornire tutti i dati e le coordinate occorrenti  e poi la risposta :" I Soccorsi arriveranno entro tre quarti d'ora. Resista ! "

Impiego il tempo d'attesa a rendere edotti della mia situazione chi mi sta attendendo e a immaginarmi vagare per alcuni giorni a dorso di mulo.
Rimango quasi stupefatto quando, addirittura con qualche minuto d'anticipo, compare sul Piazzale l'Angelo Giallo sotto forma di un Carro Attrezzi manovrato da un efficentissimo giovanotto che mi invita a stare al capezzale
dell'inferma mentre armeggia e ci issa sulla Carroambulanza che riparte con il suo carico di dolore alla volta di Sarzana.
" Perchè  Sarzana e non La Spezia che è più vicina ? " domando.  "Perchè là c'è la Clinica privata Fiat per chi è ancora in garanzia "è la risposta
 Insomma, la faccio breve, In una Linda Autofficina un poco fuori mano, si precipita immediatamente l'infermiere del Pronto Autosoccorso che, dopo aver diagnosticato l'urgenza di un trapianto di batteria, affida la mia
plastilatta alle capaci mani di un chirurgo in tuta blù che in dieci minuti riporta alle strade del mondo la mia compagna.

 



Alla fin fine :  Batteria nuova e potenziata dietro esborso di 110 euro( oltre i due anni cessa la garanzia per le batterie ) Tempo perso : solamente due ore che non mi sembra affatto perso a fronte della piacevole
constatazione di aver avuto la fortuna, nella sfortuna ,di aver incontrato una organizzazione efficiente e meccanici onesti e competenti.

VAI A PAGINA SETTE


Sergio Marini - Settembre 2010-       Torna a casa