PERCHE' SONO GENOANO           

Cosa significa essere genoano l'ho capito da ragazzetto quando mio padre mi portò al vecchio stadio di Marassi ( quello con i comodissimi gradoni di cemento in gradinata ) a vedere nel 1956 - Genoa -Fiorentina.

 La squadra viola stava vincendo a mani basse il campionato imbattuta.
Il Genoa, con una straordinaria partita, vinse tre a uno ed io lo vidi piangere, e non era il solo. Mi disse :" Sono quei colori che ti fanno piangere, nelle vittorie e nelle sconfitte. Oggi son lacrime di gioia ".

34. giornata
3 giugno 1956
GENOA-FIORENTINA 3-1
GENOA: Gandolfi, Cardoni, Becattini, Larsen, De Angeli, Delfino, Frizzi, Pestrin, Corso, Gren, Carapellese.
FIORENTINA: Sarti, Magnini, Cervato, Chiappella, Orzan, Segato, Julinho, Gratton, Virgili, Montuori, Prini.
Arbitro: Jonni.
Reti: Gratton 25’, Gren 74’ rig., Frizzi 85’, Carapellese 90’.

 

E venne l'anno della serie C, il 1971, e lì vidi le vere cocenti lacrime della sconfitta. E insieme alle lacrime venne una dichiarazione dettata dal passare degli anni e dal troppo amore . " Non posso più andare allo Stadio. Il cuore. Questo Genoa mi fa troppo soffrire. "
Ma seguiva le partite del Grifo attaccato alla radiolina e noi a preoccuparci perchè eran più le delusioni che le gioie.
Quando entrò in ospedale,nel 1982, ormai alla fine dei suoi giorni terreni, il Genoa giocava le sue ultimi disperate carte di salvezza a Napoli. Era morente ma lucido,e mi chiese il risultato. Il Genoa stava perdendo e sarebbe retrocesso in serie B. Mentendo spudoratamente gli dissi che la partita era finita uno ad uno e che si era salvato. Non dimenticherò mai le sue lacrime e poi la serenità del sorriso." Ghe l'emmo fæta ! " riuscì a dire. Morì serenamente il giorno dopo ma nel frattempo Castellini e Faccenda rimediarono alla mia bugia forse per intercessione di San Gennaro e San Giovanni Battista e magari anche San Giorgio e finì davvero uno ad uno. E oggi,2007, a festeggiare in piazza De Ferrari  la rinascita del Grifo,del Genoa, del Vecchio Balordo, c'e mio figlio con il suo di figlio mentre io e lo spirito di mio padre, con gli occhi velati da lacrime gioiose,li osserviamo in TV immersi in un mare rosso blu genovese  e celeste napoletano.

Sergio Marini .
Subito dopo la partita di Serie B - Genoa -Napoli  del 10.6.2007 terminata Zero a Zero che sancisce la promozione alla serie A di entrambe le squadre.      

e la storia continua...................................
ALTRE FOTO

 

10.6.07 - FESTEGGIAMENTI


Home