JOHN    RITORNO DA TURISTA


 

Prima che leggiate ciò che ha postato John su Italia Genova Discussioni vi consiglio di guardarvi questo breve filmato.

                                                                                 Protagonista è lo stesso John  il 10 novembre 2006 in Germania .                                                                                         A distanza di più di un anno, ha messo in pratica le parole della canzone.

 

 

Scriveva John su IGD il 17.1.2008 :

Voi che ci abitate a Genova, avete mai provato a venire a Genova come
'turista'  ?
Cioe' venirci senza dire niente a nessuno (della famiglia),
prenotare un albergo, e stare cinque giorni e vivere come un 'turista' a
Genova ?
E' proprio quello che farò io la prossima settimana. Mi sono prenotato
un albergo vicino a Principe, proprio vicino ai carruggi, e passerò
cinque giorni a controllare se via Prè e' cambiata o no (e se i prezzi
sono cambiati dal 1964)  <hahahahahaha>
E mi proverò la focaccia e la farinata. :-)))
Dapprima mi era venuto in mente una pensione di Corso Torino, ma poi ci
ho ripensato e mi sono detto che la parte migliore di Genova e' proprio
la zona che va da Principe a De Ferrari. Cioe' i carruggi.
:-))))
Gia' da adesso, sento che sara' un *feeling* tutto diverso.
Hurrah ! Che bello ..!!!
John.


Ed ecco la sorpresa il 28.1.2008:


E rieccomi a casa (a Darmstadt).
Ho vissuto Genova senza 'rotture'. Con un calendario fitto si', ma senza
impegni di 'visite dovute' ad amici, parenti e benefattori.
Albergo a due metri dai carruggi, in piazza Acquaverde. Dove la notte
non finisce di generare rumori di ogni tipo. Dove ieri mattina
improvvisamente 'qualcosa' mi sveglia e noto che tutta quella zona della
città e' rimasta in 'black-out' senza luce, alle 6 di mattina.
Taxi, impegni, telefonate, università, questura, ancora taxi.
E poi, la solita passeggiata *all'estero* all'interno della città.
Quella via Pre', dove una volta si sentiva ancora parlare un po' di
genovese, ma più spesso napoletano, ora l'italiano non esiste più.

Gente che passa. Di tutti i colori. Vuoi comprare una borsa ?? Ecco,
proprio quella che mi serve. Quanto costa ? 'Dieci Eulo, signole', dice
sorridendo cogli occhi a mandorla semichiusi.
E il mio 'kebab' giornaliero. Il Kebab del pakistano. Diverso da tutti
quelli che ci sono qui in germania, fatti dai turchi.
Ohh guarda guarda, quelle belle banane. Kakkio, mai viste banane cosi'
giganti.
Quanto costa quella banana ?? Non es una banana senor, es una ...<non mi
ricordo piu' il nome>.
Ma si mangia come una banana no ?
- No senor. Se fa fritta.
Ahh muchas gracias.

E senza internet. Anche se ho visto che gli internet café pullulano nei
carruggi. Internet café e posti telefonici. Tutte e sere a telefonare
in Germania, in Marocco in altri posti. Parli mezzora e spendi due euro
e settanta. E chi telefona più dall'albergo ?
Andiamo in internet. L'indiano dice che devi mostrare il passaporto.
Ho provato a guardare sul NG di Genova, e a scriverci, ma si deve fare
l'abbonamento a google, e dare un email address. Ma per leggere la
password che ti mandano, devi cambiare il pop-server sul client di
posta, e non tutti gli internet café lo permettono.
Quindi ci ho rinunciato.
Inutile dire che i numeri di telefono 'genovesi' sono rimasti sul numero
Vodafone italia. comprato in estate, che ho lasciato in germania.
Ma anche se l'avessi avuto con me, non sarebbe servito a niente : il
cellulare che ho, e'  *bloccato* per la carta vodafone tedesca. Cioe'
nemmeno la vodafone italiana non funziona. Cosi' sono rimasto senza
numero italiano sul cellulare.
E di comprare un altro cellulare, veramente, non ne avevo voglia.
E cosi' continuo a passeggiare per via Pré
Le 'donne' ora sono rare.  Giovani, coi jeans. Non piu' vestite in modo
'visibile' come altri tempi. Sembrano 'normali'. Piu' discrete.
Che ormai sei diventato vecchio te ne accorgi dal fatto che una volta
'quelle' ti dicevano 'Che fai bel giovane ? Andiamo su a divertirci ?'.
Ora invece non ti cagano piu' nemmeno 'quelle'.
Se tu solo le guardi, quelle si voltano dall'altra parte, schifate.
Presumi che siano lì ad aspettare solo perché le vedi ferme, davanti
ad un negozio. Guardano la vetrina, fumano una sigaretta, guardano in
giro, ma non si spostano per più di un metro dal posto. Allora capisci
che non sono lì per comprare.
In questi posti l'italiano ormai e' una lingua sconosciuta.
E poi neri. Tanti neri, mezzi neri, mezzi bianchi, grigi, gialli.
Niente WASP (white anglo-saxon protestant).
Scusate ragazzi. Vi capisco. A voi rompe i coglioni questa multietnia,
perché e' collegata a problemi sociali e criminali.
Ma a me e' stato come una doccia rigenerativa. Questo rumore di Genova,
città di porto, con genti di tutte le nazioni che arrivano, partono,
camminano in fretta. Dopo trentotto anni ininterrotti di perfezione
teutonica, di  'Ach was ?? Ma lei non ha un'Aufenthalterlaubnis'
permesso di soggiorno, in regola !!
- Ma guardi, che sto 'uscendo' dalla Germania. Siamo al confine
svizzero. Con regolare visto di transito svizzero !
- Fisto Sfizzero non konta un kakkio !! Lei si trova in Deutschland !!
Anche se siamo a mezzo metro da Sfizzera.
E lei era in Deutschland ILLEGALE.
- Ma come illegale ? Non vede ? Visto italiano MULTIPLO con Transit per
paesi Schengen.
- JAAA...ma transito signifika Maximo Cinqve Ciorni !!!
- Oh belin, ma perché dovete rompere i coglioni alle tre di notte,
farci scendere con tutti i bagagli alla stazione di Basilea, mentre
stiamo per entrare in Svizzera con un regolare visto di transito
svizzero ? Stiamo USCENDO dalla Germania, non stiamo ENTRANDO, CAPITO ???
-JJAAAA, MA IO DEFO SKRIFERE PROTOKOLLO !!!! E' LA LECCE !!!
Tua signora stata in Cermania illegale per dieci ciorni. Anke se stai
uscendo in qvesto momento. Anke se siamo a due metri da sfizzera !!
Io DEFO skrivere protokollo. Capisci ??
-  Mascrivitelosullechiappeilprotokollo..... !!!
- KOME DICE ??
- Niente. Dicevo JAWOHL Herr Kommandant !! <clack di tacco>.


Ahhhh che bello vedere un po' di casino variopinto nei carruggi !!!
E' stato come sentirmi ancora vivo. E tutti gentili. Manco uno mi ha
accoltellato o mi ha preso il portafoglio. E ci sono andato anche di
sera quando e' buio.  Magari ho avuto culo. Chissa'.
Peccato che le mie ginocchia non mi permettano più di andare più in
la' di trecento metri, senno avrei percorso via Pre fino alla fine, per
andare a San Matteo a trovare Smemorando e Arruba.
O se avessi saputo dove si trova Cesare, a suonargli il campanello.
Fa niente. Sara' la prossima volta. Intanto ormai conto di venire  a
Genova tre o quattro volte all'anno (portafogli permettendo)

Comunque ho fatto in tempo, sabato, a vedermi la Samp in un bar, per 3
euro, su SKY. Ed ha pure vinto con un gol di Cassano !


Bella Genova !!! Ti amo ti amo ti amo !!!!


John.

PS - e non sono ancora salito sul metro'. Grave mancanza che tenterò di
riparare un giorno.




                                                                                                                                                                 Grazie John, da Sergio.


Ritorna a Home             Vai a Zeneizi                         NB: Chi volesse la traduzione in Italiano della canzone Genovese " Ma se ghe Pensu " :