AUSTRALIA

 

Questo condominio deve avere le pareti divisorie di carta velina perchè se uno tira lo sciacquone tutti gli inquilini ne vengono informati. E così succede che non si può nemmeno litigare in santa pace alzando un pochino la voce perchè le tue mattane vengono condivise e capita anche che c'è chi parteggia per l'uno o per l'altro... L'unica che non si pone di questi problemi è la Sciâ Camilla. Lei - forse anche perchè la sordità avanza - non parla a Gigio : urla ! e siccome il gatto è particolarmente dispettoso e va a nascondersi nei posti più impensati, è un continuo invocarlo perchè lei lo vorrebbe sempre vicino. Ora abbiamo scoperto che a sciâ Camilla non parla solo con Gigio, ma anche con le foto dei suoi cari allineati, nelle più svariate cornici, in fila come tanti soldatini sulla consolle. Lei gira per casa e si tiene in contatto con loro parlando ad alta voce. Più è distante da loro e più alza la voce. Il più gettonato, naturalmente, è il povero Stevin, il marito defunto. A lui fa anche il riepilogo della giornata prima di mettersi a letto e gli augura una " bonn-a neutte "talmente gridata che sembra la dia a tutto il condominio. Poi spegne la luce e inizia a pregare " Padre Pio " appeso alla parete di fronte. Un po' come contare le pecore prima di addormentarsi..... Come sappiamo tutto questo ? Tempo fa urlava talmente forte che ci siamo preoccupati e DolceAmetà è salita da lei convinta di trovarla in difficoltà. E a sciâ Camilla, quel giorno particolarmente loquace, le ha confessato che a volte le prendono attacchi di solitudine che combatte parlando anche con il ficus di plastica, con la specchio del bagno, con la pendola e il cucù e con i conduttori TV . Ma le urla che avevamo appena sentito erano rivolte alle foto sorridenti dei figli e dei nipoti :
" Son in Australia e se no crïo no me sentan "
( Sono in Australia e se non grido non mi sentono )


..................…...Sergio Bibi Marini genn.19


Torna a home