LE FIGURINE

Sì, è vero. Il caldo stronca. Le raccomandazioni, dedicate soprattutto a noi avanti con gli anni, di non uscire nelle ore più calde della giornata, mi frullano per la testa in questo micidiale pomeriggio che mi coglie immerso nel sole con l'asfalto rovente sotto i sandali.
Laggiù l'oasi. Un piccolo giardinetto pubblico con quattro panchine e i soliti giochi per bimbi ai margini della strada, circondato da alberi che donano ombra. Devo assolutamente raggiungerlo sperando di trovare una panchina libera e l'acqua della fontanella non ancora presa di mira dai vandali. Ciabattando, con la gola secca e la preoccupazione per essere stato così imprudente, sudato più di un maratoneta, approdo al riparo. Non c'è nessuno. Una piccola oasi tutta per me. L'acqua della fontanella, anche se tiepida, mi ridà un poco di energia. Scelgo la panchina più in ombra e mi ci lascio cadere sopra. Ahhh, sto lentamente ritornando al mondo.

Appare un ragazzetto che, svelto svelto, va a sedersi proprio di fronte a me. Lo osservo:
Avrà si e no una decina d'anni e mi stupisco di vederlo solo, quando, in risposta ai miei dubbi, compare una piacente signora che spinge in avanti un passeggino col parasole a protezione di un piccolo esserino tutto rosa abbandonato nel sonno profondo.
" Non ti allontanare come il tuo solito " raccomanda. Poi  fruga nella borsetta appesa al passeggino e porge al bimbo quelli che individuo subito come " Pacchetti di figurine "
Gli occhi del bimbo si illuminano, si sistema meglio sulla panchina, a gambe incrociate, e inizia un rito che mi riporta indietro, molto indietro, nel tempo..........:
Ci sono due modi per scoprire l'interno del pacchetto : Lacerare avidamente la strisciolina di carta per scoprire immediatamente il contenuto o rimuoverla piano piano gustando con calma l'apparizione di figurina dopo figurina.....Ce l'ho, mi manca....mmm..non so....
Questo bimbo adopera il metodo numero due. Il Mio. Se le guarda una per una, con calma, se le rigira tra le mani, se le gusta meglio di un gelato. Proprio come facevo io.
Dalla mia posizione non riesco a vedere che tipo di figurine siano, ma rivedo nettamente le mie: emergono quelle degli Indiani e i Pionieri, le mie preferite..quel bimbo sono io, felice per averne appena trovato una mancante; deluso per le doppie..... ma va beh, poi le scambierò con gli altri sul piazzale della chiesa prima di andare a dottrina e me le giocherò con il cuore in gola davanti alla scuola elementare a Griffo o Croxe.
Non è sudore, quello che mi sta colando sulle guance e s'insinua nella barba. Ma si sa, le persone anziane si commuovono facilmente...............

..............Sergio Marini - 26.7.2010 ....................................................................................................................
 

torna a Casa